Perdite di Possesso 

La perdita di possesso è l'annotazione presso il PRA della indisponibilità di un veicolo. 

L'avvenuta annotazione della perdita di possesso comporta la cessazione dell'obbligo del pagamento del bollo a partire dal periodo tributario successivo a quello in cui è stata registrata l'annotazione. 

Non comporta invece modifiche all'intestazione del veicolo, che continua ad essere registrato al PRA a nome dello stesso soggetto. 

La perdita di possesso può essere richiesta dall'intestatario del veicolo oppure da un legale rappresentante, nel caso in cui il veicolo sia intestato ad un soggetto giuridico. 

Può essere richiesta anche da uno solo degli intestatari, nel caso in cui il veicolo sia cointestato (ma non se viene fatta richiesta con dichiarazione sostitutiva). 

La perdita di possesso può essere richiesta anche dagli eredi dell'intestatario, dal procuratore legale e dal curatore fallimentare.

La perdita di possesso può avvenire per: furto, appropriazione indebita, truffa, fallimento, fermo amministrativo, sequestro, pignoramento, confisca penale, requisizione, sentenza del giudice di pace o altro organo giurisdizionale, rinuncia all'eredità, per terremoti, alluvioni e altre calamità naturali, per incendio, non documentabile in alcun modo.